Cile


Il Padiglione in legno del Cile testimonia l’importante traguardo ambientale raggiunto dal Paese, la cui superficie forestale è in aumento, in controtendenza rispetto alla deforestazione in corso sulla Terra.
Il Cile partecipa al concorso ‘Towards a Sustainable Expo’ per tutte le categorie previste:

1. l’architettura sostenibile, in relazione ai progetti dei Padiglioni e delle Aree Espositive
2. la sostenibilità del cibo offerto dal servizio di ristorazione o di catering
3. la sostenibilità degli allestimenti, degli imballaggi utilizzati, dei prodotti di merchandising e dell’organizzazione di eventuali eventi fuori dal Sito Espositivo
4. altre iniziative o progetti particolari non classificabili nelle precedenti categorie

Di seguito le iniziative del Cile per le categorie 2, 3 e 4:

– calcolo della Carbon Footprint (o impronta di carbonio) per la costruzione del Padiglione. Le emissioni sono state compensate tramite l’acquisto di crediti di carbonio prodotti da progetti di afforestazione della Fondazione Reforestamos Patagonia e da un progetto di produzione di energia elettrica da biomassa di cellulosa Valdivia. Le compensazioni che avvengono tramite i crediti di carbonio permettono di ridurre l’impatto delle proprie emissioni finanziando progetti che, al contrario, reinseriscono anidride carbonica nell’ambiente;
– gli oltre 130 prodotti in vendita nel Padiglione sono stati selezionati prediligendo medi e piccoli produttori cileni e i prodotti realizzati dalle cooperative cilene (es. la pasta di aglio della Cooperativa Punta Chilen o le alghe secche raccolte a mano dalla Los algueros de Navidad). Inoltre, oltre il 50% dei prodotti venduti è il risultato dell’imprenditoria femminile cilena in modo incoraggiare e promuovere le pratiche artigianali locali e contribuire così a diffondere la cultura tradizionale cilena in Expo;
– notevole attenzione nella scelta dei materiali da impiegare per la realizzazione del Padiglione e degli allestimenti, in particolare grazie all’utilizzo di legno cileno certificato e proveniente da foreste gestite in maniera responsabile e sostenibile.

Per quanto riguarda le soluzioni sostenibili in ambito architetturale, le soluzioni adottate sono state:

– uso legno certificato, utilizzato anche nella costruzione del Padiglione. Il legno è stato montato mediante tecnica a secco, quindi senza sigillanti o collanti;
– riduzione dei consumi dei sistemi di climatizzazione grazie alla scelta di lasciare una grossa porzione di spazio all’aperto;
– ricorso a soluzioni efficienti per il controllo delle dispersioni termiche;
– adozione soluzione tecnologica per risparmio idrico;
– adozione soluzioni per efficienza del sistema luci attraverso l’utilizzo lampade a Led e a basso consumo.

Per la seconda vita del Padiglione, la struttura è stata pensata per essere smantellata e riutilizzata in Cile e la cui funzione è ancora da definire.