Il Padiglione dell’Estonia attira l’attenzione del visitatore per le altalene che spuntano dalle pareti di legno. L’intero padiglione è costruito dall’incastro di moduli di legni che, come scatole sovrapposte, formano la “Galleria dell’Estonia” dove per tre piani, fino al terrazzo in copertura, si sviluppa l’esposizione che raccontano un Paese dove le antiche tradizioni e la natura incontaminata si fondono con l’innovazione tecnologica.

L’Estonia partecipa al Programma “Towards a Sustainable Expo” per la prima (architettura sostenibile) e la quarta categoria (altre iniziative sostenibili).
Per quanto riguarda l’architettura, il Padiglione si presenta come un edificio complesso aperto e permeabile su più fronti così da consentire un’ampia circolazione dell’aria. Questa scelta, garantendo una ventilazione naturale, permette di non utilizzare sistemi di condizionamento (eccetto per due piccole stanze destinate agli uffici). In tal modo, e grazie all’impiego di soluzioni e tecnologie ad efficienza energetica, è stato possibile ridurre il fabbisogno energetico. Tra gli altri elementi di sostenibilità va ricordato che il legno, il principale elemento costruttivo dell’edificio, proviene da foreste controllate estone.

IMG_2348